Cocktail con Julia

Mentre la celebre Julia Child stava ai fornelli, suo marito Paul ideava nuovi

L’opera culinaria di julia child è famosa in tutto il mondo ma, come ha rivelato il ritrovamento nel suo archivio di una piccola raccolta di schede, non era lei l’unica a scrivere ricette, in famiglia. Fino alla loro riscoperta, le ricette dei cocktail di Paul Child erano state completamente dimenticate. In queste, Paul annotava con cura i nomi dei cocktail, gli ingredienti, le tecniche e i consigli per realizzarle, spesso perfino la data e il luogo dove erano state concepite, per esempio: “Garnet, Parigi, 1950”. Questo ci permette di entrare, sia pur di sfuggita, nella vita dei coniugi Child. Quando Paul inventò quel cocktail nel 1950, lui e Julia vivevano a Parigi. Lei studiava a Le Cordon Bleu, esperienza che sarà la rampa di lancio del suo primo libro Mastering the Art of French Cooking, Volume 1. Sovente, prima di cena, intrattenevano gli amici con cocktail a base di gin, rum scuro, rye whiskey, vermouth; abitudine che mantennero al loro ritorno negli Stati Uniti. Jacques Pépin, chef e autore di libri culinari, era un ospite assiduo. 

«Ricordo Paul mentre preparava un cocktail con succo d’arancia fresco che ha chiamato ‘A la recherche de l’orange perdue’, un arguto riferimento al romanzo Alla ricerca del tempo perduto di Proust», racconta. Barbara Haber, già del Radcliffe Institute di Harvard, dove sono conservati gli scritti di Julia, ricorda gli incontri con i Child negli anni 60: «Paul era un fotografo molto esperto. Aveva lavorato per l’Office of Strategic Services, un precursore della CIA, durante la Seconda Guerra Mondiale. Era un abile narratore, dalla risata pronta, un intrattenitore, uomo di grande ironia e acume». Preparare uno di questi cocktail non è proprio come passare una sera a cena da Paul e Julia, ma è un bel modo di brindare a una delle leggende della cucina americana—e di apprezzare il talento per i cocktail di suo marito.

Tourmaline

Tempo totale: 5 min

Dosi per: 1 cocktail

60 ml di London dry gin tipo Beefeater 

15 ml di succo di barbabietola 

15 ml di lime cordial tipo Rose’s, o a piacere 

1 fetta di lime rotonda 

Chiamato come la pietra preziosa, questo cocktail prende il suo colore rubino dal succo di barbabietola. Utilizzate succo di barbabietola fresco o in bottiglia, o quello raccolto dopo aver cotto delle rape rosse in casa. Servirà a dare colore e un dolce, evanescente profumo muschiato al drink. 

 

Versate gin, succo di barbabietola e lime cordial in un mixing glass o bicchiere alto e riempite con ghiaccio. Mescolate con un cucchiaio da bar per circa 30 secondi o finché il bicchiere non sia brinato. Versate in una coppetta da cocktail, filtrando con lo strainer. Guarnite con la fetta di lime. 

Carioca Quencher

Tempo totale: 5 min

Dosi per: 1 cocktail

60 ml di rum scuro 

30 ml di succo di limone fresco 

15 ml di lime cordial tipo Rose’s 

15 ml di liquore di albicocche 

Ghiaccio tritato

Seltz o acqua gassata 

3 gocce di Angostura 

A metà tra un tiki drink e un rum collins, questo cocktail si faceva originariamente con il Tom Collins mix, una bevanda gassata agrodolce molto comune nei cocktail degli anni 50. 

 

Versate rum, succo di limone, lime cordial e liquore di albicocche in un mixing glass o bicchiere alto e riempite con cubetti di ghiaccio. Mescolate con un cucchiaio da bar per circa 30 secondi o finché il bicchiere non sia brinato. Versate in un tumbler alto pieno di ghiaccio tritato, filtrando con lo strainer. Completate con una spruzzata di seltz e Angostura. 

Butterfly's Breath

Tempo totale: 5 min

Dosi per: 1 cocktail

18 ml di lime cordial tipo Rose’s 

15 ml di acqua 

1/2 cucchiaino di zucchero semolato 

60 ml di London dry gin tipo Beefeater 

30 ml di apricot brandy o liquore di albicocche 

1 scorza di limone o lime 

Rose’s Lime conferisce un sapore dolce e agrumato che si armonizza bene con il brandy all’albicocca in questa interpretazione di un gimlet di Paul Child. 

 

Mescolate lime cordial, acqua e zucchero in un mixing glass o bicchiere alto finché lo zucchero non sia completamente sciolto, per circa 30 secondi. Aggiungete gin e apricot brandy e riempite il bicchiere con cubetti di ghiaccio. Mescolate con un cucchiaio da bar per circa 30 secondi o finché il bicchiere non sia brinato. Versate in una coppetta da cocktail, filtrando con lo strainer. Guarnite con scorza di limone o di lime.